Unigrà

>

POLICY UNIGRÀ PER OLIO DI PALMA SOSTENIBILE

L’olio di palma è di gran lunga il più grande raccolto di olio vegetale sul nostro pianeta e, allo stesso tempo restituisce la più alta resa per ettaro coltivato. Nel corso degli ultimi 70 anni, sul nostro pianeta, si è aggiunto 1 miliardo di persone ogni 14 anni. La palma da olio, pur essendo ad oggi coltivata su una superficie inferiore a quella dedicata in tutto il mondo per l’olio di girasole, o addirittura 7 volte inferiore a quella impiegata per la coltivazione della soia, produce una quantità di olio superiore alla somma di questi, non c’è quindi dubbio che l’olio di palma costituirà la risposta più efficace alla crescente domanda di oli e grassi derivante dall’aumento della popolazione mondiale.

Nonostante l’olio di palma sia coltivato su appena lo 0,4% del terreno agricolo mondiale, la sua coltivazione deve essere effettuata in modo sostenibile, sviluppando una particolare attenzione agli impatti ambientali, sociali ed economici, nonché ai rischi legati alla filiera dell’olio di palma.

Unigrà riconosce nella Tavola Rotonda sull’Olio di Palma Sostenibile (RSPO) la principale autorità per l’individuazione di principi e criteri (RSPO P&C) condivisi per identificare la sostenibilità dell’olio di palma e dei prodotti derivanti dal palma e sostiene gli standard RSPO come primo obiettivo da raggiungere.

Come membri RSPO, imponiamo che tutti i nostri fornitori di olio di palma siano membri RSPO ed operino nel rispetto dei principi e dei criteri stabiliti dalla stessa organizzazione. Inoltre incoraggiamo il consumo di Olio di Palma Certificato Sostenibile anche attraverso la nostra partecipazione all’Unione Italiana Olio di Palma Sostenibile (UIOPS).

Nel rispetto dei criteri di sostenibilità definiti dall’UIPOS stessa, più stringenti rispetto a quelli attualmente previsti dall’RSPO ci siamo impegnati a garantire la piena tracciabilità di tutto il nostro olio di palma fino al mulino di produzione entro il 2020. Un significativo passo in avanti sulla tracciabilità è stato ora reso possibile avendo identificato tutti i mulini coinvolti nella produzione di olio di palma utilizzato nei nostri impianti. Consideriamo questo risultato un passo importante verso una migliore attività di controllo basata sul monitoraggio, la trasparenza, la trasformazione e la successiva verifica.

Unigrà, in qualità di trasformatore, è impegnata a lavorare insieme con i propri diretti fornitori di olio di palma, e le loro rispettive controparti, per progredire oltre ai Principi e ai Criteri stabiliti dall’RSPO, monitorando le attività all’origine, al fine di raggiungere i seguenti obiettivi:

  1. Nessuna attività di disboscamento di foreste ad elevato stock di carbonio (HCS) utilizzando la metodologia High Carbon Stock Approach (HCSA)
  2.  Vietare l’utilizzo del fuoco per bonificare il terreno 
  3.  Nessun impianto di palma su terreni torbosi  
  4. Protezione dell’orango e di altre specie minacciate, mantenendo aree ad alto valore di conservazione e biodiversità (HCV) 
  5. Riconoscere, rispettare e rafforzare i diritti dei lavoratori e delle comunità locali, inclusi i CGF PiPs Principles for workers (libertà di movimento, non pagare per lavorare e non essere indebitati o forzati a lavorare)
  6. Favorire la crescita dei piccoli proprietari indipendenti
  7. Sostenere i diritti delle popolazioni indigene attraverso l’adozione della procedura Free Prior Informed Consent (FPIC) prima dell’inizio delle attività

I progressi verso questi obiettivi saranno monitorati regolarmente e valutati da Enti esterni ed in stretta collaborazione con i nostri fornitori.

Per ulteriori informazioni sui mulini di provenienza e sulla gestione dei reclami, consulta:

la Lista dei mulini ( I semestre e II semestre) e il Report NDPE IRF

 

Indicatori chiave di Prestazione

Origine LATAM

2020

2021

Numero di mulini nella nostra catena di fornitura

44

33

Tracciabilità ai mulini

100%

100%

Tracciabilità alla piantagione

72%

75%

Lista dei mulini nella nostra catena di fornitura coperti da politica NDPE

72%

67%

Mulini ad alto rischio nella nostra catena di fornitura (secondo Global Forest Watch)

10

8

Mulini ad alto rischio nella nostra catena di fornitura con piano di azione

8

8

Reclami aperti

1

2

% piccoli proprietari indipendenti nella nostra catena di fornitura 

40%

13%

% fornitori con effettuazione moduli formativi 

n.d.

82%

Tracciabilità e Progressi